.
Annunci online

Francesco Biraschi, a modern life.
The vote and after!
post pubblicato in Diario, il 29 aprile 2008

La mia prima delusione elettorale e assomiglia vagamente a quando ti lascia la donna e non capisci bene il perchè anche se in fondo sai benissimo cos'è che non funzionava. Sei frastornato, sei sballottato di qua e di la, ma la radice della delusione alla fine sai dove andarla a cercare.
La mia prima delusione, e non poteva andare peggio con una legnata del genere che metterebbe a dura prova i più tenaci politicanti della prima guardia.
Leggendo nella blogosfera i post ed i commenti dei vari amici mi riconosco in
Mario, Luigi, Cristian e mi duole ammetterlo, mi riconosco il quel grido di morettiana memoria che riecheggiava qualche anno fa a Campo dè Fiori: "Con questa dirigenza non andiamo da nessuna parte". Mai anatema fu tanto azzeccato. Nel giro di 2 anni siamo riusciti a perdere consensi come un'emorragia fatale distaccandoci sempre di più dalla realtà. La creazione del Pd è l'unica ancora di salvezza che ci rimane da questo sciagurato periodo. La creazione di un partito riformista che ha dato e ridato speranza e voglia di occuparsi di politica a giovani come Me, Gabriele, tutti gli amici di Generazione U e Mario è la partenza a cui non vogliamo rinunciare, perchè lo sentiamo nostro, lo abbiamo fondato anche noi e per certo ci crediamo per il nosto futuro e per il futuro del nostro Paese molto più dei vari Dalema, Bindi, Letta, Parisi&Co.
Per il futuro decideremo insieme come siamo soliti procedere con le nostre facce, le nostre idee, le nostre responsabilità.

Magari vi sembrerò retorico ma non posso smettere di CREDERCI.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. il futuro.

permalink | inviato da f.biro il 29/4/2008 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sunday Sounds Good
post pubblicato in Diario, il 27 aprile 2008

 Si è aperta ufficialmente la Bella Stagione (almeno per me).
Complice il ponte, il bel tempo e gli amici ho passato 2 giorni al mare (Capalbio Scalo-Ansedonia) e in un attimo mi sono rituffato in atmosfere sapide d'estate, cariche di colori e di profumi degni dei migliori giorni passati a rassegne stampa e mojiti. Beh come assaggio niete male.
I piedi per terra li ho rimessi in cabina elettorale (la n2), ho votato per Rutelli, come sapete, e pure 'sto lavoraccio è finito! Vedremo, poi, chi sarà il nostro futuro Sindaco.
Oggi è anche domenica. Ho scovato questo bellissimo live jazz-set di Vinicio Capossela che ci spiega secondo lui Che coss'è l'amor. Io non l'ho ancora capito in compenso mi ha dimostarato, tuttavia, come Ray Charles è anche Dio.
Questa sera dormiro più sereno.



Se questa è la miseria mi ci tuffo con dignità da Re


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bella stagione Vinicio Capossela

permalink | inviato da f.biro il 27/4/2008 alle 19:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Italian (mis)information
post pubblicato in Diario, il 24 aprile 2008

Occupiamo parimerito con il Botswana il 79esimo posto nel mondo per libertà d'informazione (fonte Freedom house) con affianco un commento "Partly Free".

La questione informazione è una questione vitale. Nel nostro Paese dove i mezzi di informazione sono in mano praticamente ad una persona la questione diventa drammatica. Drammatica perchè attraverso l'informazione passa la conoscenza della realtà, passa la presa di coscienza della realtà da cui (in teoria) dovrebbe nascere la voglia di riscatto e di giustizia delle persone. Tutto questo non c'è perchè l'informazione odierna tiene in coma farmacologico il paese, gli italiani sembrano più appasionati al plastico di Cogne in studio da Vespa che, invece, incalzare e chiedere conto ai politici mascalzoni delle loro promesse elettorali e del loro operato. Svegliamoci! Travaglio qulche mese fa:



Domani oltre alle commemorazioni per la Liberazione si terrà il V2Day proprio su questo tema con un bellissimo slogan "Libera informazione in un libero Stato" 
Si raccoglieranno le firme con tre richieste specifiche:
Abolizione del finanziamento pubblico dell'editoria
Abolizione dell'ordine dei giornalisti
Abolizione del Testo Unico Gasparri

Su Grillo mi sono espresso già altre volte e per quanto certi fenomeni a volte mi spaventano, quest'iniziativa è sacrosanta e se non ci credete, domani mattina date un occhio, magari critico, ai maggiori TG....la vostra reazione!??!
Sarà quella di correre al banchetto a firmare per la nostra libertà di informazione.

Se siete a Roma potete firmare qui:
Largo Agosta
Piazza Anco Marzio
Via Pietro Paolo Vergerio
Piazza Sempione
Lunotevere San Paolo

IO FIRMO!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Grillo Travaglio V2day

permalink | inviato da f.biro il 24/4/2008 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Wensday news
post pubblicato in Diario, il 23 aprile 2008

Ieri sera bello il concerto e la compagnia. Concerto gratuito in occasione del Earth Day, il giorno che dedichiamo alla nostra Madre Terra. Location molto suggestiva anche se non ottimale per concerti (vedi la foto), sul palco si sono alternati Nidi D'Arcac (che non ho visto), Saba, Sud Sound System, Cesaria Evora e per finire Vinicio Capossela. Vinicio non 'avevo mai visto live, beh 'azzo se merita. Istrione, cambi d'abito, di maschere, di atmosfere e soprattutto il come riesce padroneggiare con tanta disinvoltura sonorità al limite del barocco da un lato e cha cha cha della medusa dall'altro lo rende davvero un Artista.
A questo punto non potrò saltare un suo prossimo concerto nei paraggi.
Merita davvero. Voto 8

 

Purtoppo i bei ricordi musicali si interrompono appena apri Repubblica.it:
Alemanno fa campagna elettorale nelle caserme (cosa vietata)
Fini per strada contolla il permesso di soggiorno di alcuni extracomunitari (in teoria lo potrebbe fare, ma che amarezza)
E poi su tutto la questione ALITALIA
Dopo le affermazioni di Berlusconi durante la campagna elettorale di una presunta cordata italiana interesata ad Alitalia e le resistenze di un sindacato che ormai parla quando non deve parlare, i francesi, popolo sì odioso, ma più serio di noi, hanno abbandonato le trattative.
Allo stato attuale Berlusconi incolpa i sindcati, i sindacati additano Air France, il Pd tuona contro Berlsconi per le sue scellerate esternazioni. Nel mentre il governo per non far falire Alitalia domani, eroga un prestito-ponte, 300 milioni di euro, soldi nostri, che nel caso Alitalia falisse non vedremmo più. 
Berlusconi proprio oggi si affrettava a dire che "ci saranno dolorosi tagli al personale"; affermazione che non era stata intesa in campagna elettorale dove si era eretto a paladino di Malpensa e salvatore di tutta la compagnia. Ma le elezioni le ha già vinte.

Per il momento rimaniamo affacciati alla finestra in attesa che qualcuno arrivi a salvare l'Alitalia, mentre all'orizzonte iniziano a comparire le sagome di già noti figuri dell'imprenditoria italiana: Pirelli, Tronchetti-Provera, Fossa, Ligresti.

Sul perchè e percome l'Alitalia si arivata a questo punto vi suggerisco questo articolo di Massimo Giannini, I nomi dei colpevoli.

E allora Mambo,
Mambo sudando!



Sunday sounds good
post pubblicato in Diario, il 20 aprile 2008
Per chi inizia ad odiare Facebook, questo motivetto è veramente da sbellicarsi.



E si merita un sunday sounds good.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. facebook anthem

permalink | inviato da f.biro il 20/4/2008 alle 17:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Vado a vivere da solo!
post pubblicato in Diario, il 19 aprile 2008

La notte appena trascorsa è trascorsa.
Non fà una piega in teoria, invece la fà,  e si merita anche un bel post:  è stata la mia prima notte trascorsa dentro la mia nuova casa, per internderci senza MAMMA e PAPA'......
insomma SONO A VIVERE DA SOLO!

Fiero come Jerry Calà nell'omonimo film, dopo essere stato vittima questa notte della ahimè famosa Trappola di Albufeira (meriterà un post a breve), questa mattina mi sono risveglaito e dopo un secondo di disorientamento mi sono ricordato che ero a CASA MIA....che bella sensazione. Un Pò barcollante per lo Screwdriver di troppo della serata di ieri, ho raggiunto il bagno, mi sono seduto ed ho iniziato a ridere ripensando a questa scena



Cosa avreste fatto voi.....
Mi sto organizzando anche io per tazza collegata a juke-boxe

Da ultimo devo ncessariamente ringraziare mamma Gabriella e papà Luciano che hanno permesso tutto questo e il mio fratellone Paolo (in realtà la casa è la sua, e mi fa pagare un affitto stratosferico per una stanza senza bagno!!!)

Da una settimana l'Italia ha Berlusconi come Presidente del Consiglio e da ieri sempre il nostro Bel Paese ha anche un Bamboccione in meno.
Le buone notizie arrivano.
Daje &Grazie


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mamma Papà Paolo Bamboccioni

permalink | inviato da f.biro il 19/4/2008 alle 13:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Su Roma
post pubblicato in Diario, il 17 aprile 2008

Raccolte le macerie della sconfitta elettorale, si riparte.
Si riparte perchè la vita continua, perchè non è una tragedia, perchè nonostante tutto la convizione su un programma, una persona e su un modo di procedere vanno al di là di una sconfitta ed andranno al di là di 5 anni di governo.

Si riparte.
E si ricomincia non con una novità, bensì, con un colpo di colda elettorale: i ballottaggi - Roma.

Mi ricordo che durante la riunione di GU pre-elezioni molti di noi hanno storto il naso all'idea di Rutelli di nuovo sindaco di Roma e tutt'ora credo che la candidatura di Rutelli sia stata una mossa più in quota a logiche correntistiche all'interno del Pd. Allo stato dei fatti, la ritengo tutt'ora e forse anche vagamente in contrasto con il vento di novità e di rinnovemento che il Pd ha dato innegabilbemente alla scena politica negli ultimi sei mesi.
Ciononostante al ballottaggio voterò per Rutelli. Lo faccio come ho letto per non cedere la fascia di sindaco al leader dei più beceri tassisti romani, lo faccio perchè c'è già troppa destra in giro, lo faccio perchè ho fiducia nel Pd, lo faccio per vedere realizzate almeno nella mia città le cose che avrei voluto vedere realizzate nel mio Paese.  E non da ultimo lo faccio perchè credo che una sconfitta di Rutelli nella capitale portebbe ad un asprimento dello scontro politico a livello nazionale, con chiusura su molti campi di discussione ancora aperti (riforme costituzionali, etc etc.).

Non vi nascondo che ci ho messo un pò ad elaborare queste convinzioni e che per certi versi invidio
Luigi e Timoteo che da lontano osservano la situazione romana.
Ma questo è quanto credo sia giusto fare.
Daje


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma rutelli elezioni 2008

permalink | inviato da f.biro il 17/4/2008 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Batosta.
post pubblicato in Diario, il 15 aprile 2008

Una premessa, soprattutto per prendere fiato, è stata una delle esperienza più belle mai vissute questa camagna elettorle fatta in prima linea con tutti i miei amici di GU.

Il Popolo italiano Sovrano, nel pieno delle sue facoltà mentali, ha scelto come Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi per la terza volta in 14 anni.

Abbiamo perso le elezioni e pure male come potete vedere dai dati che qui non riporterò. La sensazione di aver perso un'occasione fondamentale è il pensiero più forte.

E' ancora presto per riflessioni pacate, mi rode ancora tanto e nel profondo, anche per la caposala del reparto che non fa altro che cantare "meno male che Silvio c'è",
due riflessioni:

Siamo un paese per vecchi
Siamo un Paese di caposale

A presto per un analisi degna di questo nome.
Grazie a tutti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni 2008 Berlusconi

permalink | inviato da f.biro il 15/4/2008 alle 9:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Could an election sunday sounds good?
post pubblicato in Diario, il 13 aprile 2008

Torno ora dal seggio, quello che c'era da fare è stato fatto.
Giornata sospesa in una apparente tranquillità, ma  tutti già con il pensiero rivolto alle 15:01 di domani. 
E' ancora domenica, comunque, e rispondedomi alla domanda del titolo, beh ci proviamo a fare suonar bene una domenica elettorale. Pensando alla giornata di oggi mi è venuto in mente questo doversoso omaggio:
REVOLUTION, che i Beatles andavano urlando nel
White Album, 1968.
Certo altri tempi ma il testo rimane quantomai appropiato soprattutto ora.



Buon ascolto.
A domani.
Daje


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Beatles Revolution

permalink | inviato da f.biro il 13/4/2008 alle 16:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Elezioni 2008
post pubblicato in Diario, il 12 aprile 2008

La campagna elettorale è finita.

Quello che ho visto ieri è stato il mio primo comizio elettorale in 28 anni, un comizio post ideologico.
Mi è piaciuto, parecchio. Per le persone, per l'aria democratica che si respirava, per i momenti vibranti che si sono avvertiti, per la speranza nei volti di tutti, per le parole di Walter che hanno definitivamente confermato le mie idee di voto: io voterò alla Camera ed al Senato PD.

Siamo in tanti





a sperare in un cambiamento concreto, a votare:




perchè è tutta la campagna elettorale che lo andiamo dicendo e non lo possiamo scordare in questo momento:



SI DEVE FARE,

è veramente tutto per questa campagna elettorale, grazie a Mario Adinolfi e tutti i ragazzi di Generazione U Roma: Marco De Amicis, Marco Esposito, Gabriele, Cristian, Timoteo, Sasà, Luigi, Mauro, Paolo per una compagnia così importante e stimolante, ora sta a VOI voler cambiare le cose.

ANDATE A VOTARE e

BUON VOTO




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni 2008

permalink | inviato da f.biro il 12/4/2008 alle 11:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Sfoglia marzo   <<  1 | 2  >>   maggio
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca