.
Annunci online

Francesco Biraschi, a modern life.
Slanci di follia al tavolo verde
post pubblicato in Diario, il 9 luglio 2008
 
Scusate se cambio discorso, ma la follia che è andata in scena ieri sera ai tavoli di texas hold'em (poker sportivo) a RomaEstate necessita troppo di un post.

 
Per chi non lo sapesse tutte le sere si tiene a RomaEstate un mega torneo di hold'em sponsorizzato da
TexasHold'emRoma. Si entra con un buy-in di 10euro e si vince un premio che cambia da sera a sera. Pubblico estremamente eterogeno. Ambiente piacevole.

Ma torniamo a noi.
Parto dalla fine: mi sono posizionato intorno al 45esimo posto su 250.
Dopo aver portato avanti una serata relativamente "tight" (in difesa) che  prometteva bene già dalla prima mano, coppia di 10 servita, verso fine serata ho deciso di dare una svolta spettacolare. Cioè, mi ero un pò rotto i maroni e volevo andare a casa, quindi mi sono lanciato come uno sborone in un all-in al preflop senza vedere le carte!!! Circa 7000 di all-in. Tutti foldano (escono) tranne uno che mi copre l'all in. Allo show-down io scopro 5e2 di picche lui coppia di otto. Penso me ne vado. Al flop escono asso, tre di picche ed una carta inutile. Ho 4/5 di colore, guardo meglio 4/5 di scala reale.  Al turn cala un 8. Lui ha tris di otto. E' fatta, me ne vado. Il river, il bloody river mi esce Jack di picche ed è così che chiudo un colore, tra lo sgomento degli astanti, dei miei amici dietro la staccionata (tutti player out) e del mio avversario che se avesse potuto mi sarebbe saltato alla carotide. Un gran culo, verissimo, ma quando ti entrano queste sboronate ti senti un mezzo DIO. Sta di fatto che ha quel punto ho continuato.  Altre mani vincenti tra le quali una con un all-in con Ke8 in cui mi sono anche permesso il lusso di fare un doppio player-out (eliminare due giocatori contemporaneamente). I blind salivano vertiginosamente (3000/6000) fino a quando con Je10 di cuori vedo un all-in da 25000.  Io chiudo una scala al turn con Q kicker, ma l'avversario di turno chiude colore al river. In quel momento ho pensato chi di colore ferisce di colore perisce. Così alle 2:00 am circa ho lasciato il tavolo n1 di RomaEstae con tutti i friends dietro alla staccionata increduli della mia serata.
Per un microsecondo uscendo ho cercato la mia Aston Martin DBS (a proposito cliccate qui), ho trovato il mio SH125, meglio di niente.

Bella serata,
ma non sfidare la fortuna quasto il take home message!

Sfoglia giugno        agosto
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca