.
Annunci online

Francesco Biraschi, a modern life.
Italia-Slovacchia, sono finite le parole.
post pubblicato in Diario, il 25 giugno 2010

Chiudiamo velocemente la pagina dedicata ai mondiali di Sudafrica 2010.
La chiudiamo nel peggior modo possibile, con la coda tra le gambe e la testa bassa.
Un aneddoto: questa mattina, non avendo ancora ricevuto le pagelle di Giovanni, gli inoltro una mail di sollecito. Ecco la sua risposta:

"Sei sicuro? Io non ce la faccio.. Mi fanno schifo tutti, stendiamo un velo pietoso...ero stato anche benevolo nelle pagelle delle prime due gare ma questa mandria di pipponi avrebbero dovuto essere crocifissi da subito"

Ma passa un'ora scarsa ed il nostro esperto si ravvede.
Eccole le ultime, per questo mondiale, pagelle di Giovanni sulla più brutta partita di calcio che io ricordi:

MARCHETTI:Voto 4,5 Non è un amuleto ma contro di lui c'e' una maledizione. Prende gol come se piovesse e non ci mette mai una pezza, anzi appare poco reattivo in almeno due dei tre gol subiti. Bravo solo su un tiro da fuori visto all'ultimo e smanacciato in angolo. Incertezza.

ZAMBROTTA:Voto 4.5 Dopo due buone partite crolla con tutta la baraccanella terza e decisiva sfida. Non arriva mai al cross e soffre l'intraprendenza slovacca su quella fascia. Esausto.

CANNAVARO:Voto 4,5 Ci mette grinta e poco altro. Meritava di finire lapartita anzitempo per doppia ammonizione ma viene graziato. Esaltato giustamente 4 anni fa, oggi è capitano di una banda di zampognari, elui guida il gruppo con la zampogna reale. Chiuderà la sua carriera nella squadra di qualche sultano, giusto che sia così aggiungiamo noi.

CHIELLINI: Voto 4,5 E' il migliore là dietro, nonostante si addormentisul 2-0 e si perda l'uomo anche nel primo gol. Alcuni buoni recuperi durante l'arrembaggio italiano finale.

CRISCITO: Voto 4,5: Spaurito, impacciato e senza personalità. Occorre altro per farlo accomodare in panchina?

MAGGIO: Voto 5.5: Subentrato a Criscito parte molto bene tentando di spingere da terzino destro, poi salva un gol con un recupero eccezionale, poi anche lui naufraga, ma meglio di altri.

GATTUSO: Voto 4: Ridicola sia la scelta di Lippi sia la sua prova. Scende in campo col coltello tra i denti ma pare più una capra che un giocatore di calcio. Lui è la dimostrazione dell'importanza nel calcio moderno della condizione fisica. Perchè e' stato preferito a gente come Perrotta dopo una stagione tra panchina e tribuna? Ma soprattutto perchè riesumarlo nella partita fondamentale? Solo il nostro ex ct pare conoscere la risposta.

DE ROSSI: Voto 4: Pessimo, sbaglia tutti i passaggi, soprattutto quello in occasione del primo gol che ci taglia le gambe. Partita disastrosa e senza personalità. Allo sbando.

MONTOLIVO Voto 4: Come De Rossi quanto a personalità, sbaglia anchelui moltissimo nel primo tempo, e non trova mai la posizione giusta in campo. Soffre dannatamente la pressione slovacca ed è sempre molto lento nel far ripartire la manovra.

PIRLO 6,5 Senza la sua assenza forse non avremmo fatto questa barbara fine, e lo dimostra nell'ultima mezz'ora dove tenta di illuminare gli spenti compagni nonostante non si regga praticamente in piedi. Incarna la qualità che in questi campionati ci è mancata, punto di riferimento
costante per tanta gente cui manca personalità.

PEPE Voto 4.5 Come al solito tanta confusione, molta corsa e pocaqualità. Al 95' gli capita tra i piedi la palla del pareggio-qualificazione ma lui si ridicolizza in mondovisione.

IAQUINTA Voto 3,5 Inguardabile la sua prova. Giganteggia in povertà tecnica. Sbaglia un gol  di testa che grida ancora vendetta. Fallimento totale. Unica perla il tacco che libera Quagliarella in
occasione del gol di Di Natale, ma certo non può bastare. Alzi la mano chi non l'ha insultato almeno tre volte in questi campionati.

DI NATALE Voto 4 Si accende solo negli ultimi 15 minuti, dopo il gol, per il resto dimostra che è buono solo per il nostro campionato, ma nelle competizioni internazionali stecca come nel 2006. Rimane un fenomeno, per così dire, di periferia...

QUAGLIARELLA: Voto 7: Entra lui ed è subito un' iradiddio. Punta l'avversario (!!!) sulla fascia sinistra e va al cross, oppure saltal'uomo e converge al centro per trovare spazio o per il tiro o per
l'assist. Meravigliosa la sua azione che origina il gol di Di Natale ed è da stropicciarsi gli occhi la palombella-sfogliatella che ci dàper altri 2 minuti la vacua illusione della qualificazione. 

Ma nello stesso giorno in cui la nostra Nazionale di pescivendoli riusciva ad arrivare ultima nel girone con Nuova Zelanda, Paraguay e Slovacchia, il neo Ministro per l'attuazione del Federalismo, Brancher, annuciava ai giudici che lo indagano per la scalata ad Antonveneta che si sarebbe avvalso del legittimo impedimento.  
Non c'è mai fine al peggio.
E' questo che mi spaventa


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mondiali 2010

permalink | inviato da f.biro il 25/6/2010 alle 15:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio        luglio
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca